Il messaggio dell'Arcivescovo - Lacrimedamore

" Se non puoi essere una stella nel cielo, sii almeno una stella nella tua casa"
PRIMO PIANO
PERCORSI
MUSICALS
SANTUARIO
Vai ai contenuti

     Messaggio 66° anniversario lacrimazione di Maria a Siracusa



Carissimi fratelli e sorelle,

la preghiera di S. Giovanni Paolo II, che 25 anni fa dedicò il Santuario di Siracusa alla Madonna delle Lacrime,

ci accompagnerà nell'approfondimento del mistero di quel Pianto che la Madre di Dio

a Siracusa ha donato per la Chiesa e per il Mondo:

"Il tuo Pianto, o Madre, sia pegno di Conversione e di Pace per tutti i tuoi figli".

Il Pianto silenzioso della Madonnina nel Cuore della famiglia ci incoraggia

a rifugiarci nel suo cuore materno, per affrontare con serenità e nella pace

le difficoltà quotidiane con la certezza della sua presenza.

Il Pianto dell Madonna, di fronte al quale 66 anni fa la scienza si è inginocchiata,

si perpetua nelle lacrime dei figli che implorano aiuto, misericordia e pace.

Noi siamo chiamati a custodire non solo le Lacrime della Madre, ma anche quelle dei figli,

nei quali è misteriosamente presente nostro Signore Gesù Cristo, il quale ci ha detto:

"tutto quello che farete a chi ha fame e sete, a chi è malato e in carcere,

a chi è straniero e nel bisogno, a chi è perseguitato nel mio nome, lo avete fatto a me".

Le Lacrime della Madonna ci dicono di accogliere chi ci sta accanto senza egoistiche chiusure

nè con giudizi stroncanti, ma con il suo stesso Cuore di Madre.

La benedizione del Signore che, per intercessione della  Madonna delle Lacrime, imploro su tutti,

ci aiuti a vivere nella carità fraterna.

Salvatore Pappalardo

Arcivescovo







Torna ai contenuti